0

Sgravi Contributivi Assunzioni 2017

Sgravi contributivi assunzioni 2017 per giovaniPer il 2017 cambiano gli incentivi alle assunzioni. In particolare sono state eliminate due Agevolazioni Contributive:

  1. esonero biennale;
  2. incentivo assunzione lavoratori in mobilità.

 

Nello stesso tempo sono stati introdotti tre nuovi sgravi contributivi molto selettivi e di durata minore, che riducono l’appeal verso nuove assunzioni:

  • Bonus occupazione SUD
  • Bonus Giovani
  • Alternanza scuola-lavoro

 

Bonus Occupazione Sud

Il primo incentivo introdotto dalle nuove disposizioni è dedicato all’occupazione in regioni del Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna).

I datori privati che assumono nel 2017 giovani disoccupati tra i 16 e i 24 anni o lavoratori con almeno 25 anni privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, sono esonerati dal pagamento dei contributi a carico del datore nel limite massimo di € 8.060 annui.

Le assunzioni dovranno essere a tempo indeterminato (anche in somministrazione, esclusi invece lavoro domestico, accessorio e intermittente) o con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere. Godranno del beneficio anche le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, in tal caso non è necessario il requisito della disoccupazione.

Le assunzioni non dovranno costituire un obbligo di legge

 

Bonus Giovani

La seconda novità in tema di assunzioni riguarda l’occupazione giovanile nel 2017.

L’incentivo riguarda i disoccupati dai 16 ai 29 anni, purché registrati al programma operativo nazionale iniziativa occupazione giovani.

I contratti dovranno essere:

  • a tempo indeterminato (anche in somministrazione, esclusi invece lavoro domestico, accessorio e intermittente),
  • apprendistato professionalizzante o di mestiere,
  • a tempo determinato, purché di durata iniziale di almeno 6 mesi. Per tali avviamenti è prevista l’esenzione totale della contribuzione a carico del datore (esclusi premi Inail) con un limite massimo di € 8.060 annui (per tempi determinati massimo € 4.030).

 

Alternanza Scuola Lavoro

La terza agevolazione è relativa ai percorsi di alternanza scuola-lavoro. Beneficiari sono i datori privati che assumono (nel 2017 e nel 2018) entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro:

  • attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste,
  • periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

E’ previsto l’esonero dai contributi previdenziali a carico del datore dovuti all’Inps (esclusi premi Inail) nel limite massimo di €. 3.250 annui per un periodo massimo di 36 mesi. Sono escluse le assunzioni con lavoro domestico e le assunzioni di operai agricoli. Tutte le informazioni sono reperibili presso i Consulenti del lavoro.

 

Una guida completa ed aggiornata in materia di incentivi all’assunzione ed alla creazione di impresa è pubblicata sul sito di Italia Lavoro nell’ambito del Programma ACT – “Azioni di sostegno per l’attuazione sul territorio delle politiche del lavoro”, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali D.G. per le Politiche Attive, i Servizi per il lavoro e la Formazione.

Lascia un commento