Credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione

Proroga versamenti Unico 2016

Articolo 11, commi 7 e 8, del DLGS n. 252 del 2005 – Ai sensi dell’art. 11, comma 7, DLGS n. 252 del 2005, in particolari casi (ad esempio spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni o acquisto prima casa), i soggetti aderenti alle forme pensionistiche complementari possono richiedere un’anticipazione della posizione individuale maturata.

Ai sensi del successivo comma 8, ai contribuenti che reintegrano le somme precedentemente richieste al Fondo di previdenza complementare di appartenenza, a titolo di anticipazione per determinate esigenze, spetta un credito d’imposta pari all’imposta versata al momento della fruizione dell’anticipazione, proporzionalmente riferibile all’importo reintegrato.

Il contribuente può reintegrare tali anticipazioni in qualsiasi momento anche parzialmente, allo scopo di ricostituire la propria posizione contributiva.

 

Requisiti

Il credito d’imposta spetta sulle somme che eccedono il limite di euro 5.164,57 entro il quale sono deducibili i contributi versati al fondo e solo per il reintegro delle anticipazioni erogate dal 1° gennaio 2007 (Circolare 18.12.2007 n. 70, paragrafo 4.3).

Il contribuente deve rendere una dichiarazione al Fondo con la quale indica quali somme siano da considerare come reintegro. Tale comunicazione deve essere resa entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui è effettuato il reintegro.

In dichiarazione deve essere indicato:

  • l’anno di fruizione dell’anticipazione;
  • se trattasi di reintegro totale (cod. 1) o se trattasi di reintegro parziale (il cod. 2);
  • l’importo reintegrato con il relativo credito d’imposta spettante (pari all’imposta pagata sull’anticipazione);
  • l’eventuale residuo del credito d’imposta risultante dalla precedente dichiarazione;
  • eventuale credito d’imposta già compensato nel Mod. F24.

 

Documentazione da controllare e conservare

TipologiaDocumenti
Credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensioneCertificazione  dell’anticipazione  erogata  e  delle  relative ritenute rilasciata dal Fondo

Dichiarazione del contribuente presentata al Fondo dalla quale risulti l’importo della contribuzione da considerare quale reintegro

Residuo credito d‘imposta risultante dalla precedente dichiarazioneModello 730/2016 o Unico 2016