Servizio di interpretariato dei soggetti riconosciuti sordi

Sgravi contributivi assunzioni 2017 per giovaniDall’imposta lorda si detrae un importo pari al 19 per cento delle spese sostenute nel 2016 per i servizi di interpretariato dei soggetti riconosciuti sordi ai sensi della legge n. 381 del 1970 (Circolare 02.03.2016 n.3/E). L’agevolazione riguarda i soggetti minorati sensoriali dell’udito, affetti da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato. La detrazione non spetta per i servizi resi ai soggetti affetti da sordità di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio

 

Per fruire della detrazione i soggetti interessati devono essere in possesso delle certificazioni fiscali rilasciate dai fornitori dei servizi di interpretariato.

 

Limiti di detraibilità

Non essendo previsto un limite di spesa, la detrazione può essere calcolata sull’intero costo sostenuto e documentato. Devono essere comprese nell’importo anche le spese indicate nella CU 2017 (punti da 341 a 352) con il codice 30.

Non possono essere indicate le spese sostenute nel 2016 che nello stesso anno sono state rimborsate dal datore di lavoro in sostituzione delle retribuzioni premiali e indicate nella CU 2017 (punti da 701 a 706) con il codice 30. La detrazione spetta comunque sulla parte di spesa non rimborsata.

 

Documentazione da controllare e conservare

 

TipologiaDocumenti
Servizi interpretariato per sordi
  • Certificazioni  fiscali  rilasciate  dai  fornitori  dei  servizi  di interpretariato
  • Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap
  • E’ possibile autocertificare il  possesso della documentazione attestante  il  riconoscimento  della  sussistenza  delle  condizioni personali di disabilità