Seleziona una pagina

Il Business Performance Management è un processo aziendale che ha l’obiettivo di controllare le prestazioni delle aziende. È ormai diventato indispensabile perché i dati che producono le aziende sono talmente tanti e complessi che per renderli utili alla crescita dell’impresa hanno necessariamente bisogno di un processo di gestione organizzato e coerente. La tecnologia aiuta molto da questo punto di vista e infatti per partire bene con la BPM è importante dotarsi di software e sistemi di automazione che consentono di acquisire, organizzare e aggregare i dati, così da poter essere utili nella valutazione delle performance.

Quando si parla di prestazioni in azienda si fa riferimento a tutte le attività che la caratterizzano: dalla produzione al marketing, dalla logistica alle vendite. E per ciascuna area è fondamentale analizzarne l’andamento con periodici report per capire cosa ha funzionato, cosa può essere migliorato e cosa invece va modificato e/o eliminato. E per far questo ogni azienda si può dotare di un programma dedicato che mostra in pochi minuti tutti i dati relativi alla prestazione che si desidera evidenziare e di manager preparati alla lettura e interpretazione strategica di queste informazioni. Su siti specializzati come https://dialog.it/ ci sono numerosi spunti sul tipo di software da scegliere e su come integrarlo all’interno di una politica di gestione aziendale. Non basta infatti dotarsi di strumenti tecnologici per avere un eccellente business performance management; è necessario costruire intorno agli strumenti e alle nuove possibilità di mercato un modello strategico che contiene tutte le azioni da compiere per raggiungere un determinato obiettivo. La pandemia ha facilitato il ricorso alla digitalizzazione delle aziende e, dati alla mano, si è evidenziata una maggiore produttività (+64%) nelle aziende che utilizzano il digitale nei processi di lavoro rispetto a chi non lo utilizza. Conviene dunque unire le due cose per avere risultati eccellenti in termini di prestazioni e di raggiungimento degli obiettivi.

I vantaggi del business performance management

Per un’azienda il business performance management è indispensabile su più fronti. Aiuta ad esempio ad effettuare analisi costi/benefici di nuovi progetti in maniera molto più rapida, perché se c’è un metodo di lavoro condiviso a monte, se ogni collaboratore conosce il proprio ruolo e le proprie mansioni e se il tutto è supportato dalla tecnologia, realizzare nuovi progetti sarà più semplice.

La gestione delle prestazioni è utile inoltra per intervenire con tempestività quando qualcosa non funziona, evitando perdite di denaro e il corretto avanzare dei processi in azienda. Durante la pandemia, le aziende che avevano realizzato al proprio interno un chiaro percordo di analisi delle performance hanno reagito con maggior resilienza alla crisi, modificato la propria organizzazione del lavoro e in alcuni casi cambiando proprio la produzione. Ciò ha evitato a molte aziende di ridurre il personale o addirittura di arrivare alla chiusura, con un enorme vantaggio sia in termini economici sia nelle ricadute sociali.
Lavorare infine in un ambiente dotato di sistemi che facilitano le attività e aiutano l’inserimento delle persone è positivo per tutti, perché quando si vive in un ambiente sano, si lavora meglio e si produce di più. Il futuro dell’economia si baserà proprio su un cambiamento strutturale e culturale delle aziende, che non dovranno più preoccuparsi esclusivamente dei ricavi, ma dei processi che portano ad un maggiore guadagno, perché ogni tasello è parte del risultato finale ed è giusto prendersene cura utilizzando le persone giuste a supporto dell’attività e affidandosi alla tecnologia per velocizzare i processi.