0

Bonus IRPEF: Arrivano le Faq

Sul Bonus IRPEF interviene nuovamente l’agenzia delle entrate con una circolare che risponde a vari quesiti e mira a chiarire molti dubbi. I punti salienti della circolare, che allego al presente post, proviamo a sintetizzarli.

Bonus Irpef governo Renzi

Operativo il Bonus Irpef voluto dal governo Renzi.

Bonus IRPEF: aumentano i beneficiari

Il primo punto chiave della circolare riguarda la platea dei soggetti beneficiari del bonus IRPEF  che si amplia includendo i percettori di prestazioni a sostegno del reddito come cassa integrazione, disoccupazione e mobilità.

Il bonus non spetta per i periodi di aspettativa ma non va ricalcolato per contratti di lavoro dipendente ad orario ridotto.

Per gli eredi sarà possibile recuperare il credito non percepito in sede di dichiarazione.

Chiarimenti sul calcolo del bonus IRPEF

Il criterio da seguire sono il computo dei giorni di detrazione spettanti: questo è quello che sembra emergere dalla circolare per la determinazione del bonus Irpef in casi particolari come ad esempio i rapporti di lavoro inferiori all’anno. La circolare offre spunti ed esempi per chiarire i vari casi.

Caso interessante è quello dei lavoratori che vengono assunti dopo l’interruzione di un precedente rapporto di lavoro. In questo caso nel CUD emergerà il credito già percepito per la frazione d’anno.

Una nota importante riguarda i lavoratori dipendenti con più rapporti di lavoro. In questo caso il beneficio opera in automatico ed il lavoratore dovrà segnalare al proprio datore:

  • chi deve erogare il credito;
  • chi ha due redditi molto bassi dovrà dimostrare il superamento dell’incapienza che esclude dal bonus;
  • chi ha due redditi la cui somma supera i 26.000 dovrà comunicarlo al datore per rinunciare al bonus.

La norma assegna questi adempimenti direttamente al lavoratore che dovrà aggiornare il proprio datore di lavoro.

Bonus Irpef: quali redditi?

La circolare si sofferma anche su tipologie di reddito particolare e afferma che:

  • i redditi da cedolare secca fanno cumulo per la determinazione del reddito di riferimento;
  • i premi per incremento della produttività sono esclusi dal bonus.

Qui di seguito la circolare con le FAQ sul Bonus IRPEF.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *