0

Bonus Irpef: le verifiche

Il bonus Irpef o Bonus Renzi è ormai operativo e dai prossimi cedolini sarà necessario verificare i lavoratori beneficiari del bonus. L’erogazione, come previsto dalle norme, è automatica da parte del sostituto d’imposta senza che vi sia comunicazione del lavoratore.

Bonus IRPEF

Bonus Irpef: percorso ad ostacoli – photo credit: sebastien.barre

Valutazioni sul Bonus Irpef

Prima di procedere all’erogazione del bonus Irpef è opportuno valutare la situazione reddituale dei lavoratori. La prima considerazione da fare riguarda i coniugi, lavoratori dipendenti che hanno entrambi un reddito individuale inferiore ai 26.000 (superiore agli 8.000) euro ma che cumulativamente supera detta soglia: in questo caso il bonus va riconosciuto ad entrambi i coniugi.

Quindi un nucleo familiare con un unico reddito da lavoro dipendente pari a 27.000 euro non percepirà il bonus. Viceversa un nucleo familiare con due redditi da 24.000 euro cadauno, per un totale di 48.000 euro percepirà un doppio bonus. Le conclusioni sono libere.

In fase di verifica i punti cardine da rispettare sono tre:

  • i redditi devono essere di lavoro dipendente o assimilato;
  • l’imposta lorda deve essere maggiore delle detrazioni per lavoro dipendente
  • il reddito complessivo (e la sua proiezione nel 2014) di ogni componente non deve superare i 26.000 euro che rappresentano la soglia.

Nessuna differenziazione è prevista tra lavoratori a tempo pieno e part time: le condizioni restano le stesse ed il parametro restano le detrazioni per lavoro dipendente.

Per i lavoratori part time, in presenza di più rapporti di lavoro, sono duplici le valutazioni da fare:

  • stimare che il reddito complessivo sia superiore agli 8.000 ed inferiore ai 26.000
  • informare il datore di lavoro per l’erogazione del bonus
  • informare gli altri datori di lavoro di non erogare il bonus per evitare una doppia erogazione

In ogni caso il lavoratore che ha percepito impropriamente il Bonus Irpef avrà tempo fino alla dichiarazione dei redditi per l’anno 2014 per sistemare la propria posizione.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *