0

I premi e gli straordinari nei modelli CUD e 730

Iniziato il nuovo anno, si scatena la guerra della modulistica. L’agenzia delle entrate ha reso disponibile in via ufficiale i primi modelli ufficiali per i primi adempimenti dell’anno 2011. Il modello CUD 2011 ed il modello 730/2011 presentano particolari novità in merito alla tassazione degli straordinari collegati alla produttività in seguito a quanto disposto dalla risoluzione 83/2010 dell’agenzia delle Entrate

Il modello CUD 2011 ed imposta sostitutiva

La certificazione dei redditi percepiti nell’anno 2010 deve essere consegnata ai lavoratori dipendenti entro la fine di febbraio al fine di poter procedere alla compilazione della dichiarazione dei redditi.

Particolare novità è rappresentata dai campi che il datore di lavoro dovrà compilare per indicare le eventuali somme erogate negli anni 2008 e 2009 per il conseguimento di elementi di produttività e redditività ovvero per lavoro straordinario assoggettabili a imposta sostitutiva in tali anni, sulle quali invece è stata effettuata la tassazione ordinaria. Il sostituto dovrà procedere alla compilazione dei suddetti punti anche qualora abbia già certificato al dipendente detti importi a seguito della risoluzione n. 83 del 2010. Lo stesso modello CUD 2011 dovrà essere rilasciato ai lavoratori licenziati prima della risoluzione 83 e che hanno diritto alla tassazione agevolata sulla produttività. Andrà in ogni caso annotato il codice “BX” per certificare l’erogazione delle somme a titolo d’incremento della produttività del lavoro come previsto dalla risoluzione 83/2010.

Produttività e straordinari nel 730/2011

Oltre alla sezione ordinaria nel quadro C in cui indicare i compensi legati alla produttività ed alla eventuale tassazione sostitutiva percepiti nel 2010, il nuovo modello 730/2011 offre la possibilità per i lavoratori dipendenti di richiedere il rimborso delle maggiori imposte pagate in relazione alle somme percepite negli anni 2008 e 2009 per il conseguimento di elementi di produttività e redditività oppure per lavoro straordinario assoggettabili a imposta sostitutiva in tali anni (quadro F – rigo F13).
In questa sezione andrà indicato il codice fiscale del sostituto che ha erogato le somme soggette a tassazione sostitutiva ed ha rilasciato il CUD 2011 con le annotazioni in precedenza citate.

Le differenze calcolate avranno un apposito settore nel prospetto di liquidazione delle imposte.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *