0

INI-PEC: non vale la PEC del cittadino

Per i cittadini italiani è possibile richiedere una casella PEC gratuita da utilizzare per le comunicazioni con la pubblica amministrazione. L’uso della PEC del cittadino è però limitato alla sola comunicazione con gli enti pubblici ed è pertanto non utilizzabile per comunicare con altre PEC.

PEC del cittadino. il sito

Sito posta certificata per la PEC al cittadino

INI-PEC: registro pec di imprese e professionisti

Il registro INI-PEC è stato istituito per agevolare la comunicazione tra imprese e professionisti. Gli ordini professionali ed il registro delle imprese aggiornano il registro pubblico delle PEC di imprese e professionisti al fine di offrire la possibilità di incrementare l’utilizzo della posta elettronica certificata. L’uso della PEC, che ha a tutti gli effetti il valore di una raccomandata, può ridurre tempi e costi.

La PEC del cittadino non per l’INI-PEC

Il MISE con una lettera circolare di gennaio 2014 ha confermato, come già scritto su Codice Azienda, che la posta certificata gratuita al cittadino non può essere utilizzata da imprese e professionisti. La PEC del cittadino è limitata in quanto consente di comunicare solo con la pubblica amministrazione.


La circolare del MISE invita gli ordini professionali ed il registro delle imprese a non accettare pratiche che prevedono l’uso della pec del cittadino.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *