1

Lo Stato agevola gli investimenti in sicurezza

Una videocamera per la soverglianza

La sicurezza delle PMI è alla base del nuovo credito d’imposta previsto dall’ultima Finanziaria. Con la circolare 37/e della agenzia dell’entrate sono state fornite le istruzioni per l’accesso al bonus. Disponibile sul sito dell’agenzia anche l’istanza per accedere al credito d’imposta.

Presentazione dell’istanza
L’istanza va inoltrata telematicamente a partire dal 28 aprile alle ore 10:00 con l’apposito software. La celerità dell’invio risulta essere molto importante, in quanto, le domande saranno valutate cronologicamente.

I soggetti interessati
Potranno beneficiare del credito le PMI e le rivendite di beni di monopolio.

Spese agevolabili
Tra gli impianti agevolabili vi sono le apparecchiature di videosorveglianza e i stistemi di pagamento con moneta elettronica, porte blindate ecc. Tutte le spese sono agevolabili per un massimo dell’80% dell’importo investito fino a 3000 euro per le PMI. Limite ridotto a 100€ per le rivendite di generi di monopolio.

Utilizzo del credito
Il credito sarà usato in compensazione in seguito alla comunicazione di accettazione dell’istanza.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *