0

Montascale: Agevolazioni Fiscali per disabili ed Anziani

montascale ler disabili ed anziani

Il montascale è una soluzione personalizzabile e realizzata interamente su misura per salire e scendere le scale di casa e garantire la massima mobilità a disabili ed anziani. L’importanza dell’investimento ha spinto il legislatore ad includere l’installazione dei montascale tra gli interventi destinatari di diverse agevolazioni fiscali.

Tipologie di montascale

Volendo di distinguere i diversi tipi di montascale o saliscala possiamo raggrupparli in 4 categorie:

  • Montascale a piattaforma che sono ideali per le carrozzelle
  • Montascale a Poltroncina per i soggetti anziani ed agevolarli nel salire le scale
  • Montascale mobili da montare all’occorrenza in diverse postazioni
  • Gli elevatori per i disabili

Tutti i montascale si adattano alle diverse esigenze consentendo di affrontare le scale dritte oppure le scale curve o essere installati come elevatori in situazioni particolari.

 

Cosa fare per ottenere la detrazione del 50% per l’installazione di montascala?

L’installazione di montascale a cingoli, sia all’interno dell’abitazione che all’interno di condomini, rappresenta a tutti gli effetti un’operazione di manutenzione straordinaria e come tale rientra tra le agevolazioni fiscali. Possono beneficiare dell’agevolazione tutti coloro che sono titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese. La detrazione può spettare anche al familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’ intervento purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici siano a lui intestati.

In questo caso, come per tutte le agevolazioni sui lavori di ristrutturazione, è necessario procedere al pagamento mediante un bonifico speciale e conservare la ricevuta insieme con la fattura.

 

Cosa fare per ottenere la detrazione del 19% sull’acquisto del montascale

La detrazione spetta alle persone che hanno ottenuto il riconoscimento di disabilità dalla Commissione medica istituita ai sensi dell’articolo 4 della legge n. 104/92 e coloro che sono stati ritenuti invalidi da altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra, etc etc..

Nulla è previsto in merito alla percentuale di invalidità oltre la quale si configura lo status di “handicap grave”.La detrazione del 19% sull’intero importo per tutte le spese sopraesposte spetta al familiare del disabile solo se questo risulta fiscalmente a carico. Per ottenere l’agevolazione fiscale occorre conservare la documentazione fiscale rilasciata dai percettori delle somme.

Non rappresenta condizione indispensabile la fruizione di un assegno di accompagnamento e la detrazione si applica sia direttamente che indirettamente cioè anche nei confronti dei soggetti che abbiano fiscalmente a carico il disabile.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *