0

MOOC: imparare online

4577921847_5c5309e97e
Non se ne sente molto parlare ma sicuramente riguarda chi vuole ampliare le sue conoscenze e allargare la propria cultura accademica.
Si tratta di corsi on line (MOOC sta per Massive Open Online Courses) che sono erogati con il sistema della formazione a distanza.
Si trovano in diverse lingue comprese l’italiano e l’accesso è libero a tutti. Nella maggior parte dei casi sono gratuiti e possono essere seguiti sia in streaming che in qualsiasi momento della giornata, in base all’organizzazione della piattaforma che li mette a disposizione.
Quando si termina la frequenza on line di un MOOC è possibile ottenere un attestato che in alcuni casi potrebbe anche essere valevole per acquisire dei crediti.
E’ opportuno in ogni caso accertarsi ogni qualvolta prima se effettivamente sono previsti.
Il materiale di cui si compongono può essere sia sotto forma di video che di testi resi disponibili sulle varie piattaforme.

 

Le più importanti piattaforme on line di MOOC

Diverse sono le piattaforme sparse in tutto il mondo e promosse molto spesso dagli stessi atenei che è possibile consultare e che mettono a disposizione i MOOC sulle materie più diverse.

Coursera è stata creata da due professori di informatica (Daphne Koller e Andrew Ng) che lavorano alla Stanford University.
La stessa piattaforma ha tra i suoi partner anche più di 150 atenei in tutto il mondo ed è per questo estremamente ricca di contenuti da fruire a distanza.
Tra questi partner ci sono anche le due più importanti università italiane (La Sapienza di Roma e La Bocconi di Milano).
I corsi MOOC sono gratuiti e offerti in diverse lingue e alla fine viene rilasciato un “Verified Certificate” ma è un certificato a pagamento.

Un’altra piattaforma conosciuta a livello globale è Iversity con dei MOOC creati da un team di insegnanti di Berlino e ha per questo diversi collaboratori tra i professori di molte università.
Anche qui i corsi sono gratuiti e hanno una data precisa di inizio. Durano di solito qualche settimana, hanno dei quiz intermedi e alla fine c’è un test. Alcuni MOOC se non sono in lingua italiana hanno comunque dei sottotitoli.

Canvas Network è più che altro un eccellente motore di ricerca dei MOOC sulle varie piattaforme. Non rilascia un certificato di frequenza e ha alcuni dei suoi corsi a pagamento.
I corsi durano al massimo 2 mesi ed esistono anche quelli cosiddetti “self-pacer” cioè che possono essere seguito in qualsiasi momento perché rimangono i video sulla piattaforma.
edX è stata creata dal MIT di Boston in collaborazione la prestigiosa università di Harvard e i suoi MOOC sono tra i più richiesti in assoluto con migliaia di iscritti da decine di Paesi diversi. Si può scegliere il corso in base al grado di difficoltà e la certificazione è a pagamento. I Certificates of Achievement sono diversi e si scelgono in base all’uso che ne vuole fare l’utente.
EMMA sta per European Multiple MOOC Aggregator ed è un progetto avviato grazie ai fondi della Comunità Europea e con diverse università partner. E’ interessante perché ha l’obiettivo di promuovere la cultura a tutti i livelli valorizzandone ognuna con le sue peculiarità.
Future Learn è una piattaforma promossa dall Open University inglese ed eroga corsi MOOC gratuiti da ormai più di 10 anni.
Ha diversi partner tra le più prestigiose università britanniche e anche fuori dal Regno Unito
E’ una di quelle piattaforme che ha avuto il maggior numero di iscritti per un corso denominato “Understanding Ielts” che serve alla preparazione di esami in lingua inglese e che ha visto nell’ultima edizione almeno 380 mila iscritti da ogni dove.
Il prossimo inizierà il 21 settembre le iscrizioni sono già aperte.
Anche in questo caso è previsto il rilascio di un certificato del costo di 29 sterline. Consente anche di avere un attestato a seguito del superamento di un esame, che però deve essere sostenuto in sedi convenzionate.
Non è valevole ai fini dei crediti ma fa curriculum.
Open2Study è una piattaforma della Open Universities Australia anche in questo caso partner anche di altri atenei del resto del continente. I corsi sono gratuiti e si possono scegliere in base al gradi di difficoltà. I certificati anche in questo caso non permettono di ottenere crediti ma possono essere inseriti nel curriculum per dimostrare la propria preparazione e il proprio interesse rispetto a una materia.
Tutti hanno delle community e delle chat dove interagire ma anche forum e bacheche per scambiarsi informazioni.

 

Conseguire un master on line

I MOOC non sono gli unici strumenti disponibili sulla rete per ampliare la propria conoscenza: in Italia sono sempre più popolari le università telematiche. Si trovano on line ma vere e proprie università che possono rilasciare titoli con la stessa valenza di quelli rilasciati dagli atenei tradizionali.
Ad esempio, l’Università Niccolò Cusano offre lauree e master universitari che arricchiscono e valorizzano le proprie conoscenze da impiegare in modo eccellente in ambito lavorativo e avere la preparazione giusta.
I vantaggi di studiare a distanza sono innumerevoli: risparmio di tempo e denaro, la gestione degli impegni lavorativi e famigliari, la fruizione dei contenuti libera e con la massima comodità.
Prima di iscriversi ad una università on line è sempre bene valutare la propria capacità di gestione dello studio, le occasioni di distrazione, la distanza dell’ateneo quando si dovranno dare gli esami e anche il rapporto qualità-prezzo.

 

Sanna Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *