0

Prestiti alle imprese finanziati dall’UE

E’ possibile richiedere prestiti alle imprese attraverso i programmi europei? Fondi, prestiti ed iniziative per sostenere l’accesso al credito nell’Eurozona.

Prestiti alle imprese

I prestiti alle imprese erogati attraverso i programmi dell’Unione Europea hanno il fine di incoraggiare l’attività imprenditoriale dei piccoli investitori, sostenere l’occupazione e favorire il benessere economico dei Paesi della zona euro. Ad oggi sono molteplici le possibilità di accesso al credito per le aziende alla ricerca di liquidità, per individuare rapidamente una valida opzione è possibile mettere i prestiti più convenienti a confronto.

 

La Banca Europea degli investimenti

Qualora non si disponga delle garanzie necessarie per accedere al denaro delle banche è possibile informarsi sui programmi promossi dall’Ue a sostegno delle imprese. Di seguito gli incentivi ed i prestiti alle imprese cui le aziende italiane possono fare ricorso. Finanziamenti, iniziative e bandi sono promossi dalla Banca Europea degli Investimenti, sul cui sito è possibile reperire informazioni utili e novità.

 

Prestiti alle imprese: le finalità

L’Europa si propone di finanziare le attività ed i progetti innovativi così da ridurre le disparità tra le varie realtà nazionali, aumentare la competitività ed incrementare gli investimenti sul territorio.

FESR e FSE

Sono due i Fondi predisposti originariamente dall’Europa:

  • FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
  • FSE, il Fondo Sociale Europeo.

Il FESR è stato istituito nel 1975 al fine di finanziare le attività in grado di creare occupazione, invece il FSE risale al 1958 e finanzia azioni di formazione professionalizzanti rivolte ai disoccupati.

Stando ai primi 11 POR (Programmi Operativi Regionali) approvati dall’Unione Europea lo scorso 12 febbraio, le risorse destinate al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dovrebbero alimentare un investimento complessivo pari a 5,518 miliardi.

I programmi più recenti


Il Fas, Fondo Aree Sottoutilizzate, è lo strumento generale di governo e di sviluppo della nuova politica regionale nazionale per la realizzazione di interventi nelle aree sottoutilizzate ed opera sia attraverso investimenti pubblici che tramite incentivi a soggetti privati.

Il Jobs for Youth è stato lanciato dalla Banca Europea per gli Investimenti ed è rivolto a PMI, Mid-Cap e Startup innovative, al fine di favorire l’occupazione di giovani tra i 15 e i 29 anni. Possono beneficiare di questi prestiti le PMI (fino a 250 dipendenti) e le Mid-Cap (tra 250 e 3.000 occupati) che hanno assunto almeno un lavoratore (tre per le Mid-Cap) di età compresa fra i 15 ed i 29 anni nei sei mesi precedenti la domanda di prestito o che lo assumeranno nei sei mesi successivi.

Horizon 2020 è il nuovo programma destinato a finanziare prodotti innovativi attivo dal 1 gennaio 2014 al 21 dicembre 2020. Tramite questo programma a ricercatori e innovatori vengono forniti gli strumenti necessari alla realizzazione dei propri progetti e delle proprie idee. Il budget stanziato per Horizon 2020 è di circa 70 miliardi di euro.

Il COSME è il programma per la competitività delle imprese e delle Pmi. Il COSME favorisce l’accesso alla finanza delle PMI attraverso strumenti finanziari dedicati, sostiene l’imprenditorialità ed agevola l’accesso ai mercati, ovvero offre supporto alle Pmi nei mercati al di fuori dell’Unione europea.

 

L’erogazione dei contributi

Ricordiamo che è possibile accedere ai prestiti alle imprese erogati dall’Unione Europea per un importo che va dal 50% al 100% della somma necessaria al realizzare il progetto in esame. L’erogazione del credito avviene a seguito di specifiche richieste ovvero inviti a presentare progetti o i bandi/gare d’appalto (call for proprosal o call for tender) che la Commissione europea rende pubblici.

Andrea Manfredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *