0

Unicredit StartUp: Prestiti per le Imprese

Prestiti per le imprese sono in arrivo grazie alla nuova edizione di Unicredit Startup Lab. Per candidarvi avrete tempo fino al prossimo 30 aprile.

Unicredit Startup: risorse per le imprese

Torre Unicredit

Se avete un’impresa e siete interessati a richiedere un prestito, potreste valutare le molteplici offerte presenti sul mercato. La prima cosa da fare in questi casi è analizzare attentamente le condizioni e quindi mettere le offerte di  finanziamenti per imprese a confronto in modo da avere un’idea chiara su cosa offra il mercato e di quale possa essere l’offerta più vantaggiosa per te. Dopodichè vogliamo segnalarti  il lancio della nuova edizione del progetto Unicredit Startup Lab che punta a dare una spinta allo sviluppo delle piccole imprese innovative. Vediamo quali sono i dettagli.

 

Unicredit Startup Lab, i dettagli sui prestiti per le imprese

Novecento le candidature, cinquanta le start-up valutate, 4 neo-imprese finanziate, 550 mila gli euro investiti. Sono questi i numeri di Unicredit Start up Lab, il progetto per start portato avanti annualmente da Unicredit. Il piano che punta a dare una spinta alle startup che operano nei settori Innovative Made in Italy, Life Science, Digital e Clean Tech ha tagliato il nastro della nuova edizione che terminerà il prossimo 30 aprile. Per accedere al finanziamento erogato da Unicredit, la vostra impresa sarà sottoposta all’ esaminazione di una commissione così suddivisa: per il 40% vengono valutate le caratteristiche dell’impresa , per il 19% il business plan presentato, per il 20% gli ideatori del progetto.

Delle 900 candidature totali che arrivano ogni anno, 60 sono sottoposte a valutazione. Oltre al finanziamento, Unicredit assicura anche un tutorato da parte di mentori di un certo livello che possano suggerire e indirizzare nella giusta direzione le nuove imprese.

 

Le imprese finanziate con Unicredit Startup Lab

Nella passata edizione, ad aggiudicarsi il finanziamento erogato da Unicredit sono stati Qurami, Atooma, Wib e Travel Appeal.

Qurami è un’application anti-coda che permette di prenotare il numeretto digitale dal proprio smartphone per aggiudicarsi un posto in fila, di sapere quante persone ci sono in coda e quanto è il tempo di attesa stimato in modo da presentarsi nel posto in questione senza dover fare attesa alcuna.

Atooma, è una piattaforma digitale che permette all’utente di sviluppare dei sistemi che siano capaci di interagire tra loro. Quanto a Wib è un sito e-commerce che permette all’utente di gestire l’acquisto di più prodotti contemporaneamente.

Infine Travel Appeal si occupa della comunicazione digitale nel comparto del turismo.

 

Unicredit Startup Lab, i partner

Tra i partner che investono con Unicredit c’è anche Invitalia Ventures, fondo di venture capital creato da Invitalia, agenzia per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Il suo Ceo, Salvo Mizzi, è intervenuto all’Open Day di Unicredit Start Lab, affermando che “il corporate venture è uno degli strumenti essenziali per risolvere l’attuale situazione: senza le grandi corporate è impossibile operare un’inversione di tendenza”. Il riferimento era allo scarsissimo capitale di rischio dedicato alle startup circolante nel nostro Paese.

Quanto alle attività di Invitalia Ventures, nata l’estate scorsa, Mizzi ha ricordato che ha già effettuato un primo investimento. Si tratta di 1,5 milioni a D-Eye, startup attiva nel settore del digital health, sulla quale ha investito insieme a Innogest, Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino e Si14, attuale azionista della società e ai manager. Ha poi preannunciato che a breve diventeranno operativi altri tre co-investimenti annunciati nei mesi scorsi.

Andrea Manfredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *