0

Semplicemente una proroga degli acconti IRPEF

Si rinvia il tutto a giugno

Il taglio degli acconti è definitivo? No! Le somme risparmiate ora saranno pagate in futuro? Si.

Sembra che si risparmi il 79% delle tasse. Sembra che non si paghino le tasse. Sembra.

Gli acconti posticipati

Il provvedimento tanto urgente del governo definito una manovra da 3,8 miliardi di Euro è in realtà una semplice proroga degli acconti da versare. Riducendo la base di calcolo degli acconti dal 99% al 79% non si fa altro che rendere più pesante il conguaglio che si verserà a giugno. Ad un primo calcolo l’operazione può sembrare interessante ed infatti lascia nelle tasche degli italiani i soldi per il panettone. Non bisogna però ricordare che il termine taglio è inappropriato: si tratta di una semplice proroga che differirà gli effetti dell’imposizione fiscale fino al conguaglio del 2010 facendo restare inalterata la pressione fiscale.

Valori economici e valori finanziari…

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *