0

Voucher Lavoro: venduti 115 Milioni di Buoni

buoni lavoro accessorio

L’anno 2015 verrà sicuramente ricordato come l’anno in cui i Voucher Lavoro sono letteralmente “esplosi” lo dimostrano i numeri forniti dall’Ististuto di Previdenza INPS i quali affermano che nel 2015 sono stati acquistati quasi 115 milioni il 66% in più rispetto al 2014, un vero e proprio successo per questo Strumento di Pagamento dedicato al Lavoro accessorio soprattutto dopo le modifiche apportate al lavoro accessorio dal Jobs Act.

Ma cosa sono esattamente i Voucher Inps, chi può utilizzarli e come funzionano ? In questa Guida cercheremo di fornire tutte le Risposte a queste Domande.

 

Voucher INPS, cosa sono?

I Voucher INPS noti anche come Buoni Lavoro sono degli strumenti di pagamento per i Lavori Occasionali o Discontinui e sono stati introdotti dal Governo per contrastare il fenomeno del Lavoro Nero, ed effettivamente con gli ultimi dati forniti dell’INPS per il 2015 sembra che il Governo abbia raggiunto questo obiettivo.

I Buoni Lavoro sono disponibili nei seguenti Tagli 10 €, 20 € e 50 € ma ricordiamo che non si tratta di cifre nette infatti il Lavoratore incasserà rispettivamente 7,50 €, 15 € e 37,50 € la parte che non viene incassata dal Lavoratore è composta dal 13% in contributi INPS, 7% Assicurazione Inail ed il 5% all’Inps per l’Erogazione del Servizio.

I Buoni Lavoro sono disponibili sia in formato Cartaceo che in formato Telematico, nel primo caso i Voucher vengono dati direttamente al Lavoratore che in un secondo momento dovrà Cambiarli per poterli incassare (clicca qui per conoscere la procedura per incassarli), per il formato telematico invece non è necessario incassarli ma verrà fornita al Lavoratore una INPS Card (simile ad una Poste Pay) sulla quale verranno addebitati in maniera automatica il corrispettivo economico dei Buoni che spettano al Lavoratore.

 

Voucher chi può Utilizzarli?

I Buoni Lavoro non possono essere utilizzati da tutti, andiamo quindi ad elencare chi può utilizzare i Voucher Lavoro INPS dal punto di vista del Datore di Lavoro, cioè colui che offre il Lavoro Saltuario:

  • famiglie;
  • enti senza fini di lucro;
  • soggetti non imprenditori;
  • imprese familiari;
  • imprenditori agricoli;
  • imprenditori operanti in tutti i settori;
  • committenti pubblici.

Andiamo ora vedere chi può utilizzare i Buoni Lavoro INPS dal punto di Vista del Lavoratore:

  • pensionati;
  • studenti nei periodi di vacanza;
  • percettori di prestazioni integrative del salario o sostegno al reddito;
  • lavoratori in part-time;
  • altre categorie di prestatori, quali, ad esempio, i disoccupati;
  • gli extracomunitari, se in possesso di un permesso di soggiorno che consenta lo svolgimento di attività lavorativa, compreso quello per studio, o di un permesso di soggiorno per “attesa occupazione”.
  • tutte quelle persone che non hanno un contratto di Lavoro Stabile

Ricordiamo che quando si acquistano i Voucher essi non sono subito attivi ma il datore di lavoro deve registrarsi presso il portale dell’INPS e procedere, prima all’immissione di tutti i dati sia della propria Azienda che del Lavoratore e poi all’Attivazione vera a propria dei Voucher, in questo sito trovate una Guida completa all’Attivazione dei Buoni Lavoro.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *