0

Aprire una pagina LinkedIn per la tua azienda

Oggi i social network consentono alle aziende di portare il proprio business ad un altro livello, espandendone le potenzialità attraverso il digitale, creando campagne sponsorizzate e aprendo pagine per aumentare traffico e conversioni. Ma in questo campo, non troviamo solo Facebook, Twitter o Instagram: è LinkedIn ha rappresentare uno dei veicoli social più interessanti per le aziende, sia da un punto di vista meramente commerciale, che da un punto di vista professionale, soprattutto se si è alla ricerca di nuovi dipendenti o collaboratori. Ecco perché oggi vedremo l’importanza di aprire una pagina LinkedIn per la tua azienda.

 

Perché aprire una pagina LinkedIn per aziende?

La pagina LinkedIn per aziende ha due scopi principali: aumentare la visibilità del tuo marchio e mettere in evidenza il link al tuo sito web aziendale, così da ottenere traffico e potenziali clienti, e ovviamente pubblicare annunci di lavoro e sfruttare tutte le potenzialità di un ampio network di contatti. Essendo questo il social network per definizione per le aziende, avere una propria pagina (curata anche nei contenuti editoriali) significa poter dare maggiore lustro al tuo marchio e dunque aumentarne l’awareness nei confronti degli utenti che entreranno in contatto con essa. Considera che, per via dell’alto ranking che LinkedIn gode su Google, è molto probabile che se qualcuno cercherà il nome della tua azienda troverà proprio la tua pagina su LinkedIn: dunque devi sempre curarla nei minimi dettagli.

 

Quali sono i vantaggi di una pagina LinkedIn aziendale?

Qual è lo scopo della tua presenza sul web? Ovviamente far trovare la tua azienda da clienti potenzialmente interessati a ciò che offri. E dato che LinkedIn vanta una community enorme, ed un alto PageRank su Google, creando un tuo profilo aziendale avrai l’occasione di reindirizzare gli utenti sul tuo sito web, spingendoli all’acquisto di un prodotto o servizio, oppure convincendoli a lasciarti il loro contatto sulla newsletter o a richiederti un preventivo. Ma LinkedIn, al pari di Facebook, ti consente di creare degli annunci sponsorizzati sulla piattaforma, cosa che ovviamente ti consentirà di pubblicizzare la tua attività.

 

Piano editoriale: quali contenuti pubblicare?

LinkedIn non è un social per adolescenti, dunque dovrai sempre pubblicare dei contenuti che siano idonei all’argomento del tuo business, cercando di spingere sul tuo blog aziendale per convogliare gli utenti all’interno del tuo sito web: di fatto, la strategia non cambia rispetto agli altri social, se non per il discorso che qui il fattore “istituzionalità” è molto più sentito. Inoltre, dovrai pubblicare i contenuti con una certa frequenza, per non far apparire la tua pagina LinkedIn “morta”: per tale ragione, pensa sempre alla possibilità di ingaggiare un team specifico che possa occuparsi del calendario editoriale e della pubblicazione dei contenuti sulla pagina LinkedIn della tua azienda.

 

Sanna Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *