0

Business Plan per Finanziamenti

Business plan

Foto presa da Splitshire

Avete un’azienda, magari una start up innovativa, e state valutando le numerose tipologie di finanziamento specifiche per le imprese: se avete optato per il prestito bancario alle imprese, tipologia di prestito richiedibile presso gli istituti di credito, dovete tener conto di un documento molto importante: il business plan per finanziamenti.

Proprio dalla presentazione del vostro business plan per finanziamenti può dipendere l’esito della richiesta: se il rischio di investimento presentato nel documento è alto e la banca ritiene che voi non abbiate le credenziali giuste per affrontarlo, l’istituto di credito potrebbe negarvi il prestito.

 

Consigli per un Business Plan per finanziamenti

Partire da un buon business plan per prestiti è importante sia per dare un’immagine definita, rigorosa e professionale dell’azienda di vostra proprietà, sia per avere garanzie fondate per richiedere un prestito bancario.

I punti focali per realizzare il vostro documento progettuale, sono di natura prettamente economica:bisogna esplicitare le informazioni finanziarie degli ultimi 3 anni almeno e,per suscitare fiducia nell’istituto di credito a cui si vuole credere un prestito,bisogna preventivare le previsioni finanziarie dei 3 anni futuri.

Perché è fondamentale il business plan? A conti fatti, mostrare un documento programmatico puntuale, con indicate spese preventivate e tempistiche di rientro del prestito, è utile per ottenere la fiducia della banca, per far si che, anche se siete una start up, non diate l’impressione di essere alle prime armi,risultando in un futuro cattivi pagatori,non riuscendo a onorare il prestito. Ecco perché i dettagli economici che coprono una fascia minima di 6 anni di attività (3 pre e 3 post prestito) sono fondamentali da tenere in considerazione.

La precisione nel fornire le informazioni di carattere economico va anche implementata con la presentazione dettagliata del progetto, finalità comprese,per cui verrà utilizzato il prestito. Per “andare sul sicuro”, bisogna affidarsi al proprio commercialista o ad alcuni esperti specializzati in business.

 

Capacità dirigenziale: conta anche la leadership

Esula dal business plan per finanziamenti, ma è fondamentale, la credibilità dirigenziale nei confronti della banca:il manager dell’azienda che vuole richiedere un prestito bancario deve mostrare leadership, concretezza, una buona esperienza curriculare, una pianificazione a lungo termine dei progetti aziendali e una personalità che convinca l’istituto di credito a erogare il finanziamento.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *