0

Carta di Credito Adwords da Google

Google non si ferma più e dopo aver esteso i propri interessi a settori come quelli delle comparazioni tariffarie e – secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal –dell’e-commerce, presto potrebbe esordire anche nel business dei pagamenti virtuali. Il comparto delle carte di credito è in fortissima espansione, una crescita confortata dai numeri di settore e da un’innovazione costante, che non cessa di generare nuove soluzioni commerciali per aziende e consumatori privati. Era forse inevitabile che, presto o tardi, anche Google dovesse farsi strada in un mercato con simili margini di crescita lanciando inizialmente una carta di credito Adwords.

 

La carta di credito Adwords per le campagne pubblicitarie online

 

Il nuovo servizio di Google sarà orientato alla gestione del budget di piccole e medie aziende che investono sul web in campagne AdWords, le inserzioni pay-per-click del motore di ricerca che permettono di acquisire traffico targettizzato verso il proprio sito web. La credit card di Google è già stata testata attraverso un progetto pilota negli Stati Uniti e il riscontro è stato positivo.

Il servizio sarà lanciato inizialmente nel Regno Unito in collaborazione con Barclays e negli USA insieme a Comeny Capital Bank. Secondo i piani dei vertici di Google, la carta di credito permetterà di gestire un budget compreso fra i 100 e i 200 mila dollari, destinati esclusivamente all’amministrazione e al monitoraggio delle inserzioni online sul motore di ricerca.


Il principale vantaggio della carta di credito adwords sta nel costo delle transazioni, nettamente inferiore rispetto a quello imposto dagli istituti di credito tradizionali. Un impedimento è rappresentato dal credito necessario per attivare la carta: nel progetto pilota, infatti, solo le aziende con una disponibilità sulla carta pari ad almeno 800 dollari hanno potuto usufruire dei servizi.

 

Carta di Credito Adwords: sviluppi nel resto del mondo

 

Ad oggi, le notizie che circolano sulla questione sono scarse e poco chiare. Al di là del progetto pilota realizzato negli States con esiti positivi, non vi sono ulteriori sviluppi concreti né sono state comunicate tempistiche specifiche. La credit card dovrebbe esordire in Gran Bretagna già nelle prossime settimane per quello che può essere considerato un test ulteriore, prima di stabilire se e quando esso verrà esteso al resto del mondo.

Gli esiti della seconda fase del progetto potrebbero essere decisivi ai fini di nuove valutazioni di mercato. Se il servizio dovesse rivelarsi efficace anche nel Vecchio Continente si potrebbe assistere a un’estensione globale della carta di credito Made In Google ma, per il momento, si tratta di mere speculazioni.

Andrea Manfredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *