0

Google abbandona i mondi virtuali

Un prato reale

Addio al mondo virtuale di Google Lively

Google abbandona il progetto Lively. La realtà virtuale alternativa a Second Life non ha portato i risultati sperati e cosi Google ha deciso di abbandonare il progetto

Realtà

L’abbandono di lively, l’allontanamento da Second Life mi spingono verso una riflessione: il web non è più considerato un mondo alternativo. Sul web le persone sono le stesse del mondo normale. Addio all’alter ego. Internet è sempre più quotidiano, è sempre più attivo ed interattivo ma soprattutto è sempre più utile e reale. Le persone lo utilizzano per fare shopping, per informarsi, per formarsi, per instaurare relazioni vere pubblicando il loro profilo e la loro foto: non ci si nasconde più su internet.

Non mi piace second life

Second life non mi è mai piaciuto. Rappresentava un mondo troppo distante dalla realtà, una semplice via di fuga. Ho provato una sola volta ad accedervi ma non ricordo di esserne rimasto colpito. Lo stesso ho fatto con lively.
Il web è parte integrante della vita di milioni di cittadini, lo scetticismo cala giorno dopo giorno. Gli utenti non vedono Internet come "la realtà virtuale" ma come l’insieme di strumenti utili per la loro vita reale: professionale e personale.

Finalmente!

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *