1

Guida alla Cedolare Secca

contratti di locazione

La cedolare secca rappresenta un’imposta sostitutiva dell’IRPEF, delle addizionali, dell’imposta di bollo e dell’imposta di registro per i contratti di locazione ad uso abitativo.

Anche se racchiude un sacco di imposte è da premettere che la cedolare secca non sempre risulta essere vantaggiosa soprattutto per coloro che hanno un reddito medio basso oppure possono usufruire di detrazioni che consentono i abbattere le imposte da versare.

Adempimenti per i contratti in essere al 07/04/2011

La nuova imposta sostitutiva è entrata in vigore il 7 aprile del 2011 con un provvedimento dell’agenzia delle entrate che ha introdotto anche un nuovo modello per la predisposizione della richiesta di registrazione da inoltrare per via telematica.

Il 7 aprile 2011 rappresenta per la cedolare secca una data spartiacque che comporta diversi adempimenti in base alla specifica situazione del contratto di registrazione.

Proprio per chiarire i dubbi in merito a questa data l’agenzia delle entrate ha predisposto un PDF che troverete di seguito con delle slide che aiuteraano i contribuenti negli adempimenti connessi alla scelta della cedolare secca.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *