0

I corsi per la sicurezza online: quali sono e a cosa servono

corsi sicurezza online

I corsi sicurezza online sono vantaggiosi sotto vari aspetti. Affrontano, infatti, tutti gli argomenti connessi alla sicurezza sul lavoro, e possono essere seguiti a distanza in modalità e-learning asincrona.

Questa tematica è fondamentale nel mondo professionale: è essenziale che i dipendenti svolgano le proprie mansioni in uno spazio privo di rischi, adeguato al benessere fisico e psicologico delle persone. Per questo i programmi dei corsi sono ampi e trasversali, e vanno dalla sicurezza in cantiere alla materia antincendio, dai pericoli legati al microclima fino a quelli che derivano dallo stress lavoro correlato e dal mobbing.

Senza dimenticare i corsi di formazione e di aggiornamento per RSPP (Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione), ASPP (Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione), HACCP per personale qualificato e non qualificato alla ristorazione, e così via.

Un enorme lato positivo, quindi, consiste nelle videolezioni. Tramite la piattaforma virtuale è possibile partecipare alla didattica e ottenere l’attestato. Tutti i corsi erogabili in modalità e-learning sono previsti nell’Allegato V dell’Accordo Stato Regioni 07 luglio 2016.

Per tutte le figure della sicurezza sono indispensabili i corsi di questo tipo. La norma attuale è il D.Lgs. 81/08, cosiddetto Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro.

Progetto81

Un’azienda che offre una serie di corsi per la sicurezza sul lavoro online è Progetto81, la quale è certificata UNI EN ISO 9001-2015 dall’organismo KIWA CERMET ITALIA S.p.A.

Per l’appunto, c’è la possibilità di visionare le lezioni in piena comodità dal proprio computer. Questo è lo scopo della modalità e-learning; in alternativa, le sedi sono a Milano, Roma e Catania.

Lo staff di Progetto81 è forte di una longeva esperienza in questo campo, e di un costante aggiornamento sulla legislazione più recente. Si mira alla formazione dei professionisti, e di tutte le imprese appartenenti a tutti i settori ATECO.

I rischi sul lavoro

Quali sono i principali rischi che interessano gli ambienti lavorativi?

Uno dei più diffusi, al contrario di quanto alcuni credono, è quello chimico: esso non riguarda solo i laboratori di ricerca e le raffinerie, ma anche molti altri spazi. Tantissime sostanze sono potenzialmente cancerogene, tossiche o corrosive, e un corso ad hoc insegna come valutare e contrastare questi fattori.

C’è, poi, il pericolo di incendio, oltre a quello elettrico (che si estende al ramo edilizio, all’industria, alle scuole, agli ospedali ecc). Costituiscono delle minacce per la salute dei lavoratori anche gli agenti biologici, il microclima, gli agenti fisici e molti altri ancora.

Diversi moduli dei corsi sono incentrati sullo stress lavoro correlato. Anche questo è un rischio, come sottolineato nel D.Lgs. 81/08. Le condizioni dei dipendenti possono essere compromesse dal mobbing, dal burn-out e dalle differenze di lingua e di genere.

Il discorso potrebbe proseguire ancora per molto. L’esposizione al rumore è un rischio, così come quella all’amianto. I lavori in quota, i campi elettromagnetici, i rischi d’interferenza. C’è una figura, l’RSPP, che analizza tutto ciò ed elabora un piano per migliorare la situazione e garantire un contesto lavorativo sicuro, sereno e funzionale per tutti.

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

I corsi online per la sicurezza sul lavoro possono soffermarsi anche sulla formazione e sull’aggiornamento del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: altresì noto come RSPP.

Questa persona è designata dal datore di lavoro, e si occupa di coordinare gli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione. Esamina i rischi dopo un sopralluogo, e partecipa alla stesura del Documento di Valutazione dei Rischi – DVR.

Ci sono corsi appositi per RSPP, che richiedono di base il diploma di scuola media superiore. Una curiosità: in alcune aziende, è lo stesso datore di lavoro che può essere RSPP.

Corsi per la sicurezza e la privacy

Una branca importantissima è quella della sicurezza informatica e della privacy. È fondamentale, infatti, la figura del Data Protection Officer: un consulente che protegge i dati sensibili delle imprese e ne tutela gli interessi.

I corsi per DPO abbracciano la normativa più recente, il diritto, il funzionamento di strumenti come la PEC, i malware, la gestione dell’e-mail e così via. Gli attacchi informatici possono provenire da varie direzioni, ed è necessario sapere come combatterli. Oltre al Data Protection Officer ci sono anche gli Addetti al Trattamento Dati, che a loro volta hanno bisogno di una formazione adeguata.

La sicurezza nei cantieri: i lavori in quota

Ci sono degli impieghi che implicano più rischi di altri: tra questi dobbiamo menzionare quelli nei cantieri.

L’uso delle attrezzature e i lavori in quota potrebbero comportare dei pericoli, soprattutto se si è in quest’ambito da poco. Per questo motivo, è indispensabile un corso di formazione – che sia in presenza oppure online su piattaforma e-learning.

Da questa panoramica appare chiaro che i corsi per la sicurezza sono tanti. A seconda delle esigenze si deve scegliere quello giusto, per adempiere agli obblighi di legge attuali e ampliare le proprie competenze.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo "Il ruolo dell'HTML nelle operazioni di web marketing", iscritto all'albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti. Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *