0

Parte la comunicazione obbligatoria delle operazioni superiori ai 3000 euro

Tra le principali novità fiscali che hanno caratterizzato il 2010 c’è senza alcun dubbio da annoverare l’obbligo di trasmissione delle operazioni IVA con valore superiore ai 3000 € (3600 di IVA per le operazioni non soggette ad obbligo di fatturazione). Le comunicazioni andranno a fornire dati utili per l’utilizzo dello spesometro, il nuovo strumento di accertamento a disposizione del fisco.

Il provvedimento in sintesi

L’agenzia delle entrate ha diramato il provvedimento che detta le modalità tecniche, le procedure ed i termini per l’obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto di importo non inferiore a euro tremila. Tale onere riguarda tutti i soggetti passivi che pongono in essere cessioni di beni e prestazioni di servizi rese

Per alcune tipologie di contratti (appalto, fornitura e somministrazione), l’obbligo sussiste laddove i corrispettivi dovuti in un intero anno solare siano di importo complessivo non inferiore ai tremila euro;

Al fine di limitare la platea dei soggetti obbligati alla comunicazione in argomento ed in considerazione del divieto fissato dall’articolo 6 dello Statuto del contribuente, sono escluse le attività gia monitorate dall’amministrazione finanziaria ed in particolare:

  • le importazioni e le operazioni relative a cessioni di beni e prestazioni di servizi, effettuate o ricevute, registrate o soggette a registrazione, riguardanti operatori economici aventi sede, domicilio o residenza nei cosiddetti Paesi black list
  • le operazioni che hanno costituito già oggetto di comunicazione all’Anagrafe tributaria, ai sensi dell’art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605
  • le operazioni non soggette all’obbligo di fatturazione effettuate fino al 30 aprile 2011

Per le operazioni effettuate nell’anno appena trascorso vige un particolare periodo transitorio che prevede sia l’innalzamento della soglia a 25.000 euro che l’ampliamento del termine entro cui deve essere effettuata la comunicazione – limitata, peraltro, alle sole operazioni soggette all’obbligo di fatturazione – fino al 31 ottobre 2011.

Per la trasmissione sarà possibile utilizzare un software che l’agenzia delle Entrate metterà a disposizione sul proprio sito sia per gli utenti fisconline che Entratel.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *