0

Semplice facebook

Facebook

Fenomeno Facebook

Questo post è frutto di alcune riflessioni scaturite durante la lettura del Fenomeno Facebook, edito da Il Sole 24 ore. L’istant book curato dalla redazione di Nova24 analizza il fenomeno della più grande comunità in rete.

Facebook: un’idea semplice

La crescita esponenziale di facebook ha una sola giustificazione: la sua semplicità. Facebook esiste dal 2004 ma la sua esplosione nel nostro paese è arrivata solo oggi, 4 "anniweb" dopo, un’eternità. La semplicità di utilizzo di questo social network è stato il fattore decisivo: Facebook è basato su quello che può essere considerata l’essenza del web: il link, la possibilità di cliccare e spostarsi da un amico ad un altro, da un gruppo ad un altro, da un’applicazione ad un’altra. Niente altro che un link. Nessuna grafica 3d o ambientazioni virtuali. Una pagina, qualche foto e una montagna di link con i quali stabilire contatti, condividere materiale, instaurare relazioni,

Facebook è utilizzabile direttamente on line rispetto a Second Life o Lively, è più fluido rispetto a Linkedin, è più globale rispetto a Netlog, è più leggero rispetto a myspace: Facebook è semplice.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *