0

Carta di credito prepagata aziendale: ecco le migliori

Per un’azienda a volte è più semplice e sicuro utilizzare una carta di credito prepagata aziendale: vediamo cosa sono e quali sono le migliori del momento.

Carta di credito aziendale

Carta di credito aziendale – photo credit: me and the sysop

In azienda le spese sono tante e differenti e gestirle al meglio diventa una necessità sempre più impellente: grazie alla moneta digitale, poi, le transazioni e i movimenti di denaro sono sempre più frequenti e utilizzare una carta di credito sicura, appartenente al circuito Visa o a quello MasterCard, che tuteli il denaro dell’azienda è più che importante.

Carta di credito prepagata: quando conviene?

Oltretutto, le tipologie di carte di credito aziendali offerte dalle banche sono svariate e pensate per soddisfare le esigenze di tutte le categorie di consumatori che ne richiedono una: scegliere una carta di credito prepagata, per esempio, offre dei vantaggi diversi che sceglierne una revolving o una normale a saldo e così via.

Inoltre, per chi non avesse un conto corrente bancario, può usufruire delle carte conto, ovvero carte che hanno un vero e proprio Iban grazie al quale è possibile effettuare bonifici e pagamenti come se si avesse un vero conto corrente. Le carte conto possono essere utilizzate per l’accredito dello stipendio, della pensione o per il pagamento delle bollette e permettono una gestione più oculata e sicura del denaro immesso.

Rispetto ai conti bancari, poi, hanno dei costi molto più bassi e a preferirle sono soprattutto i giovani e i minorenni che non avendo la sicurezza di uno stipendio, preferiscono una gestione semplice ed economica dei loro risparmi.

Le carte prepagate di questo tipo in generale, sono molto comode anche per le aziende perché permettono di gestire il flusso dei pagamenti in modo semplice e sicuro: con una carta di credito aziendale prepagata, infatti, la cifra spendibile è quella immessa dal proprietario stesso.

Adottare una carta di credito prepagata aziendale sarebbe molto vantaggioso per un’azienda anche per:

  • il grado di trasparenza che permetterebbe di avere;
  • il suo essere slegata da un conto corrente;
  • meno rischiosa e più facile da gestire;

Carte di credito prepagate: quali sono le più convenienti?

Grazie all’aiuto del portale SuperMoney, si è potuto stabilire quali siano le soluzioni migliori per un’azienda che abbia la necessità di spendere circa 2mila euro mensili.

Tra i risultati della ricerca le offerte migliori sembrano attualmente essere quella di IWBank, quella di Kalixa e quella di Banca Popolare di Bergamo.

IwBank offre IW Bag del circuito Visa Electron: questa carta prepagata non ha alcun costo e nonostante non sia disponibile online non prevede alcun canone per i primi tre anni. Non sono previste spese annuali periodiche e l’unico costo è relativo alle commissioni per il prelievo dei contati che sono pari a 1,0 euro.

Gli unici limiti che pone sono relativi alla spesa mensile massima di 3 mila euro e al fatto che è possibile scegliere la IW Bag solo se si è titolari di un conto corrente con IWBank.

La carta Kalixa, offerta dalla banca omonima, è invece del circuito Mastercard ed anche questa è a costo zero: non prevede canoni annuali ma solo 1,75 euro per le commissioni al prelievo di denaro contante. Si può ricaricare per un massimo di 3 mila euro mensili e si possono spendere fino a 9 mila euro al mese.

Infine, la proposta di Banca Popolare di Bergamo è quella della carta Enjoy del circuito Mastercard: questa carta di credito prepagata aziendale, a differenza delle altre due, costa 0,7 euro ma ha un Iban ad essa collegato.

Per il primo anno il canone è di 2 euro, che di azzera per i successivi; non prevede commissioni per il prelievo dei contati e i limiti massimi di giacenza e spesa mensili sono rispettivamente 50 mila euro e 3.500 euro.

Andrea Manfredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *