0

Facebook e la paura del microblogging

Facebook svolta sul microblogging

Abbiamo assistito ad un sostanziale cambiamento dell’home page di facebook. Addio alla vecchia pagina con molti rimpianti degli utenti comuni ma una nuova home che ricorda qualcosa…

Il microblogging

Il microblogging è un fenomeno in forte espansione. Il sito di riferimento è senza alcun dubbio Twitter.

Twitter è in forte crescita, fa gola a molti big del settore: di recente google ha provato ad acquisirlo senza successo. Ha una essenziale caratteristica: Twitter è veloce ed è facilmente utilizzabile da dispositivi mobili. Se è vero che le utenze mobili sono in forte crescita, è facile dedurre che il modello proposto da Twitter ha previsioni molto rosee.

Facebook insegue

Il rinnovato layout di facebook va proprio verso una maggiore velocità. Facebook si è ritrovato ad inseguire Twitter sull’onda del microblogging.

La nuova versione di Facebook dedica il maggior spazio al microblogging (o agli aggiornamenti di status) mettendo agli angoli le altre applicazioni. Proprio le applicazioni che hanno caratterizzato il successo di Facebook oggi hanno un ruolo diverso. Il principale social network non può trascurare le previsioni sull’utilizzo dei media e sta cercando di rafforzarsi come piattaforma di microblogging senza però tralasciare la sua natura di social network che ne ha caratterizzato il successo.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *