0

Google per il real time senza spam

Google ed il real time

Alle prese con una lunga rincorsa, il gigante google prova nuovi strumenti per implementare nelle proprie SERP contenuti in real time. L’argomento real time ed i ritardi di google sono stati più volte affrontati sulle pagine di questo blog!
Google ha integrato nelle proprie SERP prima gli update di twitter e poi le fan’s page di facebook. Il tutto per fornire ai propri utenti notizie in tempo reale e svecchiare le SERP fornendo l’opzione Risultati recenti per evidenziare i risultati in real time.
Cosa accade al concetto di qualità delle SERP se esse sono invase dal real time? Come misurare la qualità di un contenuto per dargli la giusta rilevanza in real time?

La qualità dei contenuti in real time

Il secondo interrogativo credo sia frequente in casa Google che da un lato vede i suoi antagonisti nel real time acquisire maggiore popolarità. Il problema principale per google è lo spam che, in assenza di controlli, può invadere le pagine dei risultati di google cosi come accade su twitter. Il punto debole del gigante del real time twitter è proprio lo spam. Non è raro ricercare su twitter notizie in tempo reale senza dover essere costretti a filtrare i tweet spam.

Push

Il nuovo standard sul quale sta lavorando Google si chiama PuSH (Pubsubhubbub) e si basa sugli standard RSS. Tramite degli hub da inserire nei feed RSS google potrà ricevere più facilmente nuovi contenuti senza dover visitare tutti i siti ma basandosi sulle informazioni fornite da questi hub senza dover effettuare un crawling di tutti i siti web. I vantaggi in termini di tempo sono evidenti a tutti.
Gli svantaggi su cui sta lavorando google sono collegati a fenomeni di spam e di qualità dei contenuti che certamente troverebbero terreno fertile in un sistema in cui le serp sono costruite basandosi esclusivamente sulla freschezza dei contenuti.
Un video potrà chiarire meglio quanto finora descritto:

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *