0

Muore il pagerank e la ricerca diventa social

Dopo google Plus muore il page rank e la ricerca diventa sempre più social

Che il pagerank fosse ormai una variabile secondaria lo si era intuito da tempo. Per anni il pagerank ha rappresentato croce e delizia di webmaster e Seo, tutti alla ricerca della formula magica e dei parametri che la influenzavano.

Ora cambia tutto. O quasi!

Alla scadenza dell’esclusiva di google sull’utilizzo della formula del pagerank, il motore di ricerca comunica che il pagerank va in pensione e che i nuovi algoritmi di indicizzazioni saranno influenzati (in modo non esclusivo) dal pulsante +1, recentemente introdotto.

Google +1 come fattore di posizionamento

Il pulsante +1, introdotto da google in contrapposizione al like di facebook, rappresenta un valido strumento di gradimento dei contenuti. Cliccare sul pulsante +1 è sinonimo di un contenuto interessante e qualitativamente valido. In questo modo google da fiducia ai propri utenti che potranno consgiliare i contenuti ai propri amici come spiegato nel video seguente:

Dopo un primo periodo di sperimentazione il pulsante google +1 ora è perfettamente integrato anche con Google Plus, il nuovo social network di google che a tutti gli effetti diventa uno strumento rilevante per l’indicizzazione dei contenuti negli archivi del motore di ricerca.

Con le ultime novità introdotte, il bottone +1 offrirà la possibilità si di esprimere il proprio gradimento su un contenuto ma offrirà anche la possibilità di condividere istantaneamente contenuti su google Plus, il nuovo social network di google.

Il team di google ha lavorato molto allo sviluppo del bottone google +1 che può essere integrato in modo davvero molto semplice: tutto quello che bisogna fare è

  1. scegliere il formato
  2. personalizzare l’aspetto
  3. copiare il codice javascript all’interno del proprio sito

Su quest’ultimo punto è necessaria una piccola precisazione: il codice script è suddiviso in due parti. La prima parte va inserita nell’intestazione della pagina html tra i famosi tag head, mentre la seconda parte va messa nel punto in cui si vuole visualizzare il bottone.

In conclusione possiamo dire che la ricerca diventa sempre più social, che parametri storici di google quale il page rank perdono rilevanza, ma sono certo, che avranno comunque una loro influenza anche in futuro.

 

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *