0

Le nuove sale giochi e gli eSports

Le sale giochi come venivano conosciute in passato sono ormai scomparse, lasciando spazio alla nuova versione che si presenta come assai evoluta.

Sedie da gaming e design minimale

Se in passato la sala giochi era un luogo dove si potevano effettuare le consumazioni e dove spesso si trascorreva il proprio tempo in compagnia di altre persone, queste oggi si sono totalmente evolute e si presentano con delle caratteristiche uniche.

Il primo aspetto che si nota subito è dato dalla presenza di svariate postazioni dotate di schermi, sedia da gaming e la possibilità di poter giocare usufruendo di strumenti all’avanguardia in grado di offrire il massimo grado di competitività.

Spariscono gli elementi di design e altri che, nelle nuove sale giochi, sono completamente inutili, lasciando invece spazio agli strumenti tecnologici che garantiscono l’occasione di poter giocare senza interruzioni.

Le sale giochi, una palestra per gli eSports

Le nuove sale giochi si contraddistinguono anche per essere divenute le palestre dove gli esperti di videogiochi e gli atleti professionisti si allenano per migliorare le loro prestazioni.

Che sia singolo oppure di squadra, ogni gioco viene sfruttato da squadre che puntano sul miglioramento e che vogliono riuscire a ottenere i massimi risultati possibili.

Non a caso, nella città di Bergamo, esistono diverse sale giochi dove è possibile incontrare gli atleti di diverse squadre che prendono parte a delle vere e proprie sessioni di allenamento singole o collettive con l’obiettivo finale di migliorare notevolmente le loro prestazioni durante le sessioni di gaming.

Ecco quindi che la palestra ora non è solo quella dove ci sono le classiche attrezzature per scolpire il proprio fisico: le sale giochi 2.0 sono riuscite a ottenere questo particolare riconoscimento e quindi a rappresentare anche un luogo di incontro che viene praticato specialmente da un gran numero di giovani appassionati dei videogiochi.

Quanto si spende in queste sale giochi

Generalmente una sessione di un’ora di gioco ha un prezzo di circa cinque euro ma questo varia a seconda del tipo di titolo che viene sfruttato, dal fatto che questo venga praticato singolarmente o in gruppo e da altri fattori che incidono sul costo finale.

Ecco quindi che anche sotto questo punto di vista le sale giochi si sono evolute, visto che i classici cabinati che necessitavano delle 500 lire per essere sfruttati ormai appartengono a un passato che fa affiorare tanti ricordi specialmente ai giocatori più adulti.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo "Il ruolo dell'HTML nelle operazioni di web marketing", iscritto all'albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti. Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *