0

Pos per Professionisti con Vodafone e Intesa Sanpaolo

Per i professionisti che vogliono farsi pagare con bancomat e carte di credito c’è il POS Mobile di Vodafone e Intesa Sanpaolo: ecco come funziona.

Pos per professionisti

Pos per professionisti – photo credit: monty.metzger

Quasi tutti i consumatori in Italia hanno ormai una carta di credito o un bancomat per fare acquisti e pagamenti elettronici grazie anche alla possibilità di confrontare le migliori carte di credito e scegliere le più vantaggiose. Tuttavia, quando vogliamo pagare un professionista con partita Iva dobbiamo spesso ricorrere ai contanti o al bonifico bancario perché ancora in molti lavoratori autonomi non hanno il Pos (Point of sale) ovvero quel dispositivo per accettare i pagamenti con carte di credito e bancomat.

Pos per Professionisti: solo costi?

Acquistare un Pos costa troppo per molti lavoratori con partita Iva già vessati dalle tasse. Dal 30 giugno però tutti i professionisti dovranno accettare i pagamenti con carte di credito e bancomat. Per questo Vodafone, in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Setefi, ha creato un Pos Mobile che serve proprio a consentire le transazioni elettroniche tramite smartphone o tablet. Il dispositivo è ovviamente certificato ai massimi livelli di sicurezza da Consorzio Bancomat e anche da Visa e MasterCard.

//
//

Come richiedere il Pos per Professionisti Intesa San Paolo

Ma vediamo nel dettaglio come funziona il POS Mobile di Vodafone e Intesa Sanpaolo. Innanzitutto rivolgetevi a una filiale di Intesa Sanpaolo o a un punto vendita Vodafone: un operatore vi spiegherà nel dettaglio quali sono le condizioni contrattuali e vi mostrerà i kit a disposizione delle partite Iva che contengono uno smartphone o un tablet Vodafone di ultima generazione con connessione internet veloce e sicura e l’innovativo POS mobile Move and Pay Business di Setefi.

Una volta ricevuto il kit di Vodafone dovrete installare l’app Move and Pay Business e quindi potrete cominciare ad incassare in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo in totale mobilità. L’interfaccia del Pos mobile e dell’app è intuitiva: ciò che dovrete fare nel momento del pagamento è semplicemente digitare l’importo della transazione sul vostro smartphone o tablet Vodafone e quindi inserire la carta del cliente all’interno del Pos.

A questo punto il cliente dovrà soltanto confermare l’operazione e digitare il Pin se ha una carta bancomat così come avviene nei tradizionali negozi fisici.

Il Pos mobile Move and Pay Business di Setefi si collega allo smartphone o al tablet tramite Bluetooth ed è dotato di tecnologia contactless. Il servizio è disponibile per pagamenti con carte di credito Visa, MasterCard, Maestro, PagoBancomat, Diners, JCB, American Express e Moneta. L’applicazione per smartphone e tablet, invece, è disponibile solo per dispositivi iOS e Android.

Pos Per Professionisti Intesa San Paolo: i costi

Con questa soluzione è possibile risparmiare sui costi di gestione di un tradizionale Pos (che in alcuni casi superano anche i 100 euro l’anno). Attivando il Pos mobile di Vodafone, inoltre, si riceverà un dispositivo di ultima generazione con tariffa internet mobile e il servizio Rete Sicura che protegge la navigazione internet. Le tariffe di Vodafone partono da 12 euro al mese, ma non ci sono ulteriori costi di attivazione e il Pos è a canone zero.

Insomma, con un Pos mobile come quello di Vodafone e Intesa Sanpaolo sarà più facile ed economico far pagare i propri clienti con bancomat e carte di credito. Le stime parlando di circa 1 milione di partite Iva in Italia senza Pos per un volume potenziale di transato quantificabile in circa 90 miliardi di euro. Ricordiamo a tutti i professionisti che dal 30 giugno avere un Pos per i bancomat sarà obbligatorio.

Andrea Manfredi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *