0

Sgravi Contributivi Assunzioni 2017

Sgravi contributivi assunzioni 2017 per giovaniPer il 2017 cambiano gli incentivi alle assunzioni. In particolare sono state eliminate due Agevolazioni Contributive:

  1. esonero biennale;
  2. incentivo assunzione lavoratori in mobilità.

 

Nello stesso tempo sono stati introdotti tre nuovi sgravi contributivi molto selettivi e di durata minore, che riducono l’appeal verso nuove assunzioni:

  • Bonus occupazione SUD
  • Bonus Giovani
  • Alternanza scuola-lavoro

 

Bonus Occupazione Sud

Il primo incentivo introdotto dalle nuove disposizioni è dedicato all’occupazione in regioni del Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna).

I datori privati che assumono nel 2017 giovani disoccupati tra i 16 e i 24 anni o lavoratori con almeno 25 anni privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, sono esonerati dal pagamento dei contributi a carico del datore nel limite massimo di € 8.060 annui.

Le assunzioni dovranno essere a tempo indeterminato (anche in somministrazione, esclusi invece lavoro domestico, accessorio e intermittente) o con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere. Godranno del beneficio anche le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, in tal caso non è necessario il requisito della disoccupazione.

Le assunzioni non dovranno costituire un obbligo di legge

 

Bonus Giovani

La seconda novità in tema di assunzioni riguarda l’occupazione giovanile nel 2017.

L’incentivo riguarda i disoccupati dai 16 ai 29 anni, purché registrati al programma operativo nazionale iniziativa occupazione giovani.

I contratti dovranno essere:

  • a tempo indeterminato (anche in somministrazione, esclusi invece lavoro domestico, accessorio e intermittente),
  • apprendistato professionalizzante o di mestiere,
  • a tempo determinato, purché di durata iniziale di almeno 6 mesi. Per tali avviamenti è prevista l’esenzione totale della contribuzione a carico del datore (esclusi premi Inail) con un limite massimo di € 8.060 annui (per tempi determinati massimo € 4.030).

 

Alternanza Scuola Lavoro

La terza agevolazione è relativa ai percorsi di alternanza scuola-lavoro. Beneficiari sono i datori privati che assumono (nel 2017 e nel 2018) entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro:

  • attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste,
  • periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

E’ previsto l’esonero dai contributi previdenziali a carico del datore dovuti all’Inps (esclusi premi Inail) nel limite massimo di €. 3.250 annui per un periodo massimo di 36 mesi. Sono escluse le assunzioni con lavoro domestico e le assunzioni di operai agricoli. Tutte le informazioni sono reperibili presso i Consulenti del lavoro.

 

Una guida completa ed aggiornata in materia di incentivi all’assunzione ed alla creazione di impresa è pubblicata sul sito di Italia Lavoro nell’ambito del Programma ACT – “Azioni di sostegno per l’attuazione sul territorio delle politiche del lavoro”, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali D.G. per le Politiche Attive, i Servizi per il lavoro e la Formazione.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo "Il ruolo dell'HTML nelle operazioni di web marketing", iscritto all'albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *