Percorso:Blog

Registrazione Telematica dei Contratti di Locazione in un video

Per registrare un contratto di locazione non sarà più necessario recarsi in Ufficio: la procedura di registrazione telematica dei contratti di locazione è stata semplificata ed agevolata con l'introduzione del nuovo Software RLI sviluppato dall'agenzia delle entrate.

registrazione telematica dei contratti di locazione

 

Registrazione telematica dei contratti di locazione

Con il software RLI è possible registrare diverse tipologie di contratti di locazione:

  • locazioni abitative;
  • locazioni commerciali;
  • affitto di terreni.

Il software RLI consente non solo di registrare i contratti di locazione ma consente anche il pagamento dell'imposta di registro e dell'imposta di bollo calcolate in automatico sulla base delle informazioni inserite in fase di registrazione.

Anche gli adempimenti successivi quali risoluzioni, proroghe, opzione/revoca per la cedolare secca potranno essere trasmessi direttamente in via telematica con il software RLI

La procedura consente di risparmiare tempo anche evitando il pagamento presso gli sportelli del vecchio F23 (che presto andrà in pensione) e l'acquisto dei contrassegni telematici che saranno addebitati direttamente sul conto corrente.

In un articolo precedente sui contratti di locazione ed il nuovo modello F24 elide sono stati forniti tutti i dettagli.

Registrarsi sul sito delle Entrate

Unico adempimento preliminare richiesto al contribuente è quello di registrarsi sul sito dell'Agenzia delle Entrate per ottenere le credenziali d'accesso: consiglio di muoversi in tempo per ricevere in tempo utile le credenziali di accesso che ancora vengono spedite tramite posta (!!!)

Registrazione telematica dei contratti di locazione: Sintesi

Riepilogando, per la registrazione telematice dei contratti di locazione in via telematica sono necessari:

  1. Credenziali di accesso ai servizi telematici dell'agenzia delle entrate
  2. Software R.L.I presente sul sito dell'agenzia delle entrate
  3. Coordinate bancarie del richiedente per l'addebito delle imposte (registro e bollo)
  4. Copia scannerizzata del contratto di locazione da allegare alla pratica in fase di richiesta.

Al termine della procedura saranno inviate al contribuente le ricevute telematiche con gli estremi di registrazione del contratto di locazione e gli imposti addebitati a titolo di imposte.

Gli intermediari abilitati possono trasmettere le registrazioni per conto terzi: quindi coloro che non fossero sicuri delle nuove procedure possono rivolgersi ai professionisti per la registrazione.

Di seguito il video:

Il Bonus IRPEF è stato introdotto dal governo Renzi per garantire ad una fascia di lavoratori dipendenti un aumento di circa 80 euro in busta paga. Su questo blog abbiamo parlato spesso del bonus IRPEF evidenziando sia i pregi che i difetti.

bonus irpef compensazioni
photo credit: orangebrompton

Proprio mentre il ministro Padoan garantisce che il bonus IRPEF sarà reso strutturale e quindi non sarà limitato al solo 2014, continuano ad arrivare chiarimenti operativi sollecitati soprattutto dalla stampa specializzata.

Bonus IRPEF: precisazioni sulle compensazioni

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta sulle modalità di compensazione del bonus IRPEF con una circolare esplicativa che, con esempi, affronta le varie tematiche che le imprese ed i professionisti devono affrontare in fase di compensazione.

La circolare esplicativa chiarisce alcuni dubbi che riepiloghiamo per punti:

  • il credito può essere portato in compensazione orizzontale utilizzando a credito il codice tributo 1655 appositamente istituito;
  • la compensazione deve avvenire esclusivamente nel modello f24 con qualsiasi importo esposto a debito in tutte le sezioni dello stesso;
  • il bonus irpef è escluso dal computo dei limiti di 700.000 euro per le compensazioni;
  • le compensazioni del bonus irpef non rientrano nel divieto di compensazione che scatta in presenza di importi a ruolo superiori ai 1.500 euro per imposte erariali ed accessori
  • le somme erogate in eccesso a titolo di bonus irpef sono recuperate scomputandole dal credito. Qualora vi fosse un'eccedenza a debito il codice tributo 1655 può essere utilizzato a debito per versare quanto dovuto.

La circolare sul bonus IRPEF, con gli esempi, è riportata in allegato.