0

Autoliquidazione 2013: minimali, agevolazioni e rateazione

Le informazioni per la prossima autoliquidazione INAIL 2011/2012

In attesa della prossima autoliquidazione INAIL è opportuno fare un riepilogo delle agevolazioni che l’istituto riconosce a varie categorie di imprese ed un sintetico ripasso delle retribuzioni minime e massime per il calcolo delle spettanze per le principali casistiche che si possono riscontrare in fase di autoliquidazione.

Autoliquidazione INAIL 2012/2013 minimali rateazioni e parametri

I Coefficienti per rateizzare l’INAIL

L’autoliquidazione INAIL deve essere presentata telematicamente entro il 18 marzo (16 è sabato). Il versamento del premio scade invece il 18 febbraio (16 è sabato). Entro tale data deve essere versato l’intero importo oppure la prima rata dell’autoliquidazione INAIL. Di seguito il calendario con le scadenze ed il coefficiente per la determinazione degli interessi.


Scadenza rate    Coefficienti
16 maggio 2013  0,00741288
16 agosto 201 – differimento al 20 agosto 0,01525178
16 novembre 2013 – differimento al 18 novembre 0,02309068

Il coefficiente è calcolato in base al tasso tasso medio di interesse dei titoli del debito pubblico dell’anno 2012 pari al 3,11%.

Per le aziende con l’autoliquidazione 2012/2013 in scadenza a giugno, entro il 17 giugno 2013 deve essere stato effettuato il versamento del 50% di quanto dovuto, i coefficienti da moltiplicare per gli importi della terza e quarta rata, scadenti il 16 agosto e 16 novembre, sono:

Scadenza rate    Coefficienti
16 agosto 201 – differimento al 20 agosto 0,01525178
16 novembre 2013 – differimento al 18 novembre 0,02309068

La riduzione del presunto

Le aziende che prevedono di erogare per l’anno 2013 minori retribuzioni è possibile entro il 18 febbraio provvedere alla riduzione del presunto inviando apposta richiesta all’INAIL per via telematica.

Sintesi delle Agevolazioni INAIL

Per diverse tipologie di aziende, l’INAIL riconosce sconti ed agevolazioni delle quali si elencano le principali.

  • Riduzione del premio per il settore edile pari all’11,50% per gli operai con orario di lavoro di 40 ore settimanali e le società cooperative di produzione e lavoro per i soci lavoratori, esercenti attività edili, che siano in regola con le normative del DURC e in materia di sicurezza.
  • Riduzione dei premi speciali unitari per le imprese artigiane del settore autotrasporto per il saldo del 2012
  • Riduzione del premio per il settore della pesca
  • Riduzione del premio per le imprese artigiane sulla quota regolazione del 2012
  • Riduzione del premio per i datori di lavoro operanti a Campione d’Italia
  • Riduzione del premio per le cooperative e loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate
  • Reimpiego di personale con qualifica dirigenziale
  • Incentivi per l’inserimento lavorativo dei disabili
  • Incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo
  • Riduzione per i contratti di inserimento (abrogati dalla riforma Fornero)

Per le agevolazioni è necessario il possesso dei requisiti per il rilascio del DURC.

Retribuzioni convenzionali per la determinazione degli importi da versare

L’Inail ha provveduto all’adeguamento delle retribuzioni convenzionali da utilizzare per le varie tipologie di collaboratori.


Il premio deve essere determinato sulle retribuzioni effettivamente corrisposte ai lavoratori dipendenti e, se d’importo inferiore, devono essere adeguate al minimale imponibile giornaliero, che per l’anno 2012 e per la generalità dei lavoratori è pari 45,70 €, mensile 1188,20 €.

Per gli Artigiani titolari, i familiari, i soci  e gli associati in partecipazione la retribuzione convenzionale giornaliera è pari ad € 45,70 che porta alla ricostruzione di una base imponibile annua di € 14.121,00 da applicare alle classi di rischio di seguito elencate:

Classe di rischio

Premi minimi annuali a persona

Euro

1

77,70

2

162,10

3

318,50

4

498,10

5

698,40

6

897,20

7

1102,40

8

1212,00

9

1665,00

Per le imprese non artigiane i familiari, i soci  e gli associati in partecipazione la retribuzione convenzionale provinciale.

Per i familiari partecipanti all’impresa familiare la retribuzione convenzionale giornaliera è pari ad € 48,40(mensile € 1210,00).

Per i compensi corrisposti ai lavoratori parasubordinati il minimo ed il massimo mensile sono rispettivamente € 1.204,70 – €  2.237,30.

Gli altri minimali sono riepilogati nella seguente circolare:

Guida all’autoliquidazione INAIL

La guida all’autoliquidazione INAIL 2011/2012 offre una panoramica esaustiva delle casistiche elencate in modo sintetico nel presente post.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *