0

Autoliquidazione INAIL: primi chiarimenti operativi

L’INAIL interviene con una nota per fornire i primi chiarimenti sulla proroga dell’autoliquidazione Inail dopo l’incertezza scaturita dallo scarno comunicato del MEF di ieri.

Proroga autoliquidazione INAIL

Come detto nel precedente post sulla proroga dell’autoliquidazione INAIL,la legge di stabilità ha previsto la riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, da applicare per tutte le tipologie di premi e contributi oggetto di riduzione, nel limite complessivo di un importo pari a 1.000 milioni di euro per l’anno 2014, 1.100 milioni di euro per l’anno 2015 e 1.200 milioni di euro a decorrere dall’anno 2016.

Per consentire alle imprese di poter beneficiare della riduzione INAIL fina da subito, il Ministro dell’Economia e delle Finanze e il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali hanno concordato di differire al 16 maggio 2014 sia il termine dell’autoliquidazione 2013/2014, sia il termine per il pagamento di tutti gli altri premi speciali per i quali non é prevista l’autoliquidazione.

La nota INAIL rinvia ad un apposito provvedimento normativo di imminente emanazione con i chiarimenti. L’Inail sta provvedendo agli adeguamenti degli strumenti informativi per gli utenti e a definire i necessari aggiornamenti alle procedure di calcolo dei premi, che saranno comunicate agi utenti ed alle software house.

Quali scadenze INAIL sono differite al 16 maggio?

Le scadenze posticipate al 16 maggio sono:

  • il termine del 17 febbraio 2014 per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani di autoliquidazione 902014, sia per il pagamento in unica soluzione che per il pagamento della prima rata ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999;
  • i termini per il pagamento dei premi speciali anticipati per il 2014, inclusi quelli in rate mensili e trimestrali, relativi alle polizze scuole, apparecchi RX, sostanze radioattive, pescatori, facchini nonché barrocciai/vetturini/ippotrasportatori con scadenza compresa tra il 16 febbraio e il 16 aprile 2014;
  • il termine del 30 aprile 2014 per l’invio telematico degli elenchi relativi alla regolazione del primo trimestre 2014 delle polizze speciali facchini e delle polizze speciali barrocciai/vetturini/ippotrasportatori.

Il differimento al 16 maggio dovrebbe (detto da loro!) riguardare anche il termine del 17 marzo 2014 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2013 tramite i servizi “Alpi online” e “Invio dichiarazione salari”, per comunicare la volontà di avvalersi del pagamento rateale dei premi ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999 e per chiedere la riduzione prevista per le imprese artigiane. Quanto sopra renderebbe coerente i suddetti adempimenti con il differimento del termine di pagamento, come proposto dall’Inail.

Le nuove rate INAIL 2014

Per effetto del differimento a maggio dell’autoliquidazione inail e dei relativi versamenti le rate sono ridotte da 4 a 3:

  • 1° rata: 16 maggio 2014 pari al 50% del premio, senza maggiorazione di interessi;
  • 2° rata: 16 agosto 2014 pari al 25% del premio, differita di diritto al 20 agosto 20144 con maggiorazione degli interessi5;
  • 3° rata: 16 novembre 2014 pari al 25% del premio, con maggiorazione degli interessi

Di seguito la nota INAIL con i primi chiarimenti in attesa del provedimento definitivo

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *