0

Google Adsense abbandona gli assegni

google_adsense_toolbar1

Il team di Adsense sta apportando notevoli cambiamenti al sistema dei pagamenti. Alcuni giorni fa, google ha annunciato l’abbandono definitivo del pagamento tramite assegno in tutti i paesi in cui è possibile attivare l’accredito diretto sul conto corrente (EFT). I motivi alla base della scelta sono:

  • pagamenti più veloci;
  • pagamenti più sicuri;
  • minore possibilità di errore;
  • minori inefficienze dovute alle spedizioni;
  • maggiore velocità negli accrediti;

Come attivare il pagamento tramite gli EFT

Tutti gli editori che operano in paesi in cui è attivo il servizio di accredito diretto in conto corrente saranno invitati dal team di adsense a configurare i loro account. La procedura è semplice:

  1. accedere alla sezione impostazioni account del proprio adsense;
  2. scegliere modifica del metodo di pagamento;
  3. nella sezione trasferimento fondi aggiungere un nuovo conto corrente bancario. Sono richiesti il nome del titolare, l’IBAN ed il codice BIC presenti sull’estratto conto;
  4. attendere l’accredito di una somma di prova sul conto corrente in precedenza indicato per verificare l’operatività del conto. Sono necessari dai 4 ai 10 giorni per ricevere l’accredito
  5. inserire l’importo ricevuto nella sezione sezione verifica il conto per confermare l’operatività del conto e la correttezza delle informazioni fornite
  6. selezionare il conto come metodo predefinito di pagamento

Se non si riceve l’accredito

Se trascorsi i 10 giorni non si riceve l’accredito della somma di prove per la verifica del conto corrente è necessario controllare una serie di informazioni:

  • la correttezza delle coordinate bancarie
  • la tipologia di conto corrente (non sono accettati i conti di risparmio)
  • lo stato e l’operatività del conto corrente
  • l’intestatario del conto corrente deve essere lo stesso dell’account adsense
  • la banca deve avere la sede nello stesso paese del titolare del conto
  • il conto deve avere la stessa valuta

Sono molte le cause che possono creare intoppi ma è possibile risolverli verificando i dati inseriti, controllando le informazioni richieste con la propria banca o utilizzando la procedura resa disponibili da google per risolvere i problemi connessi ai pagamenti tramite EFT.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *