0

La sospensione della polizza

Quando l’auto non serve

Non tutti gli italiani usano la propria auto durante tutti i mesi dell’anno. Svariate possono essere le occasioni in cui il proprio veicolo è lasciato sostare in garage, senza essere usato: un lungo periodo di assenza per via di un viaggio all’estero, un incidente invalidante che non ci permette di guidare l’auto.

sospensione polizza auto

Per far fronte a queste evenienze si ricorre spesso alle polizze temporanee, che limitano la copertura assicurativa per brevi periodi dell’anno o la vincolano alla frequenza d’uso della propria auto, come nel caso delle polizze temporanee chilometriche.

Tuttavia, in questi casi, non è previsto un attestato di rischio che permetta di maturare la classe di merito e di beneficiare dei vantaggi derivanti dalla formula bonus malus a cui si rifanno la maggior parte delle assicurazioni auto.

La sospensione della polizza auto

Una valida alternativa, pertanto, è rappresentata dalla sospensione della polizza assicurativa di responsabilità civile. E’ facoltà della compagnia assicurativa prevederla o meno all’interno del contratto, decidendo quale sarà il periodo minimo di sospensione (in genere tre mesi) e quale il massimo (in genere 12 mesi).

Ad oggi, è conveniente avvalersi di Internet per calcolare il preventivo per la propria auto on line. In questo modo è possibile risparmiare fino il 30% o, in alcuni casi, il 40% sulla polizza con offerte disponibili su siti dedicati al confronto dei preventivi sulla polizza auto. Per avviare la procedura basterà inviare un fax o una raccomandata con ricevuta di ritorno alla propria compagnia di assicurazione, segnalando la propria volontà di sospendere la polizza. Bisognerà a questo punto attendere la convocazione della compagnia assicurativa per la consegna del tagliando.

Tra le compagnie assicurative italiane, la Milano Assicurazioni è una fra le più antiche (qui la storia). Questa compagnia, fondata il 1825, ha assicurato tantissimi italiani: un tempo, essi si rivolgevano alle loro sedi e oggi, con lo sviluppo delle nuove tecnologie, sono sempre di più gli italiani che usano Internet per calcolare il preventivo della polizza. E’ solo a partire da questo momento che la sospensione avrà inizio. Durante il periodo di sospensione il veicolo non potrà, per nessun motivo, circolare su strada o anche solo essere parcheggiato in aree pubbliche.

Riattivare la polizza auto

Quando si richiederà la riattivazione, l’assicuratore riconsegnerà nuovamente i documenti assicurativi, posticiperà la scadenza della polizza per ugual periodo, senza modificare in alcun modo le condizioni e premio del contratto precedentemente stipulato. In genere è previsto un limite massimo di sospensioni nell’arco di vita del contratto. Occorrerà, peranto, far attenzione al contratto stipulato e a non abusarne.

Gianluca Caruso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *