0

Personalizzare e posizionare gli annunci di Google Adsense

L’aspetto degli annunci è determinante per il successo o l’insuccesso di un insieme di annunci.

Nasconderli troppo porta al fenomeno del banner blindness. Metterli “troppo” in risalto rischia di farli apparire come estremamente invadenti ed evidenti e di conseguenza poco interessanti per gli utenti. In merito al layout degli annunci è facile dire che i blocchi di annunci più grandi offrono rendimenti migliori ma in alcuni casi, in base alle specifiche esigenze, piccoli gruppi di annunci possono essere estremamente profittevoli.

I formati che vanno per la maggiore sono:

  • 728*90: grande banner orizzontale da mettere sotto la testata
  • 336*280: Da mettere tra il titolo ed il contenuto, all’interno del contenuto o alla fine di un articolo
  • 300*250 e 250*250: hanno le stesse potenzialità del blocco in precedenza citato ma in caso di spazi ridotti
  • 468*60: formato classico che ricorda il vecchio banner e che non stimola più di tanto la mia fantasia!

La dimensione del font, personalizzabile in adsense, va scelta in base ai caratteri del propri contenuti. Per gli annunci integrati nei contenuti va bene la stessa dimensione per contenuti ed annunci, in altri casi un font di dimensioni maggiori può contribuire a mettere in risalto il contenuto.

Come impostare i bordi ed i colori degli annunci adsense

Anche i bordi dei blocchi di annunci possono essere personalizzati ma, opinione diffusa è quella di nascondere i bordi degli annunci impostandoli con lo stesso colore dello sfondo per non rendere secondari i contenuti bordati rispetto al resto della pagina. La scelta dei colori degli annunci è stata affrontata anche in alcuni seminari adsense in cui vengono proposte tre soluzioni diverse:

  1. annunci perfettamente integrati utilizzando gli stessi colori del layout: stesso sfondo tra contenuto ed area annuncio, stessi colori di titolo, testo e link. In questo caso gli annunci si integrano nel contenuto e diventano poco visibili e perfettamente integrati rappresentando per il visitatore la naturale continuazione della propria navigazione.
  2. annunci con colori complementari, basati su colori già presenti nel layout del sito ma hanno solitamente uno sfondo diverso dal contenuto principale risultando più evidenti ma “a tono” con il resto del sito
  3. annunci con colori a contrasto che sono i più complessi da implementare: in questo caso gli annunci sono inseriri in aree del sito i cui colori siano in contrasto con il resto del sito senza essere un colpo nell’occhio del visitatore. La classica implementazione a contrasto può essere quella di uno spazio 728*90 posto sotto la testata ed il menu che funge da raccordo con il resto del conutenuto.

La personalizzazione degli annunci adsense si basa su pochi accorigmenti. Bordi colori e dimensioni, con le nuove versioni di google adsense possono essere modificati molto rapidamente per consentire agli utenti di testare le soluzioni che garantiscono il maggiore rendimento degli annunci. Nell’interesse degli inserzionisti, degli editori e di Google.

Per consultare l’indice della guida Codice Adsense.

Antonio Palmieri

Laureato in economia aziendale con una tesi dal titolo “Il ruolo dell’HTML nelle operazioni di web marketing“, iscritto all’albo dei Consulenti del lavoro, sono un libero professionista che non trascura le potenzialità offerte dal web che resta la mia grande passione: lavoro e passione si integrano in Codice Azienda, blog che curo dal 2007 in cui affronto temi che riguardano imprenditori e professionisti.

Nel mio curriculum le esperienze e le competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *